River2Sea Whopper Plopper!

settembre 9, 2014 | Recensioni

Propeller & Barracuda_

Breve recensione test per descrivere questa nuova fantastica creazione di quei pazzi di River2Sea, della quale mi sono subito innamorato!
Partiamo dal fatto che adoro pescare di reazione, adoro pescare a galla e adoro gli artificiali che non passano inosservati e di conseguenza, adoro il nuovo propeller firmato dal grande Larry Dhalberg, il Whopper Plopper!

Questo propeller è un esca di eccezionale fattura, sia in termini di affidabilità componentistica, sia come finiture, fornito di armatura passante sovradimensionata, non teme i grossi incontri anzi è rivolto proprio a quelli. Effetto rattle molto accentuato, dovuto alla presenza nella cavità interna di perline di vetro, la “pala” è una vera innovazione perchè costruita in materiale plastico flessibile in grado di produrre “poppate” sulla superficie dell’acqua ad ogni giro dell’elica, anche in caso di recuperi extra lenti. Ulteriore vantaggio, nei recuperi veloci si flette il poco necessario a far attrito con l’acqua, sempre in maniera costante, evitando che nelle accelerazioni l’esca esca dall’acqua o si aggrovigli, inoltre resta più resistente alle rotture dovute a grossi pesci o urti nel lancio, è praticamente eterna.

La parte rotante del corpo, l’elica, è fissata ad un tubo rigido che ha il compito di non alterarsi con la continua usura della rotazione, in modo da non ledere sulle prestazioni dell’esca e lasciarla girare al minimo recupero. Lanci lunghissimi e liberi utilizzi con un’ottima carta colori completano l’opera.

Molteplici utilizzi ed applicazioni salt water.

L’ansia da prestazione, causata dall’irrefrenabile voglia di lanciarlo in bocca ai pesci, fa leva sui miei bei pensieri Esocidi e, mentre mi affrettavo ad uscire di casa con canna e zaino, destinazione calde scogliere, un barlume di lucidità mi fa rientrare di corsa per prendere i nuovi propeller ancora inscatolati, ne butto un paio nello zaino e finalmente si parte. Arrivo sullo spot nel momento migliore della giornata e già qualche cacciata comincia a scorgersi all’orizzonte, il mio socio si arma subito con un long jerk per la più classica delle scelte e comincia a frustare verso il rosso fuoco del cala sole, io alterno wtd a popper per cercare di effettuare una tecnica differente e per richiamare l’attenzione dei predatori che gironzolavano sparsi e senza troppa frenesia, come teoria ci siamo; “io lancio e te rifinisci…” Il socio dopo poco sente la smusata sul long ma senza molta decisione. Siamo avvolti in un alone di concentrazione aspettando in ogni recupero lo strike decisivo ma invece di incrementarsi l’attività va scemando man mano. Io ogni due o tre recuperi avevo alcuni Barra che mi seguivano l’artificiale fin sotto i piedi. Un grande classico penso, tirarli fuori non sarà facile questa sera. Mentre cercavo con lo sguardo nella plano la soluzione ai nostri problemi, ecco nuovamente tornarmi quel bagliore che mi illumina le meningi, avevo completamente dimenticato di avere con me i nuovi propeller, la scatola di uno che usciva dalla zip è stata una manna dal cielo… Ansioso ne aggancio uno al clip e lo sparo all’orizzonte, lanci incredibili mi danno subito il giusto feeling con l’esca che una volta impattato col la superficie svela il suo fantastico nuoto, molto composto e scattoso allo stesso tempo.
Alterno strappi a pause continue con dei lenti tratti di recupero costante e mi bastano due lanci per avere l’esplosione dietro! Pazzesco, avevo trovato la via giusta e anche nel modo più divertenete.

Alla fine ne conto tre allamati ed il massimo della felicità per aver avuto la giusta percezione, adesso birra e salsicce e si rientra!

Enjoy your life!
Z.e.f.

Tags:

Autore dell'articolo:
avatar

Leave a Reply